SDR – Panoramica

Abbiamo iniziato a sperimentare la tecnologia SDR (Software Defined Radio) da più 10 anni.
Come è dato sapere la tecnologia SDR è una tecnologia che permette di realizzare  apparati radio non più strettamente costruiti come puro hardware, ma “definiti” in software.
In queste radio di nuova concezione i componenti solitamente  implementati nell’hardware ad esempio mixer, amplificatori, demodulatori, filtri, rivelatori, ecc…, sono invece parte di un software che gira su un  computer.

Le prime prove sono state realizzate a maggio 2009 con il Softrock lite II per i 40m, un ottimo ricevitore semplicissimo basato sul Si570, da costruire che ci ha permesso di cominciare a conoscere questa nuova tecnologia, successivamente abbiamo realizzato il softrock lite +usb xtall v9.0 a copertura continua da 1,8 Mhz a 30 Mhz. Entrambi i ricevitori erano commercializzati in kit ad un prezzo molto competitivo dall’amico WB5RVZ che forniva anche il software necessario al funzionamento.
Luglio 2009 e’ la volta di PMSDR un altro SDR basato su Si570 ideato da Martin Pernter Iw3aut. Questo e’ stato il primo SDR ad essere utilizzabile su OS GNU/Linux.

Gli amici radioamatori hanno dato un notevole contributo allo sviluppo di questa nuova tecnologia, che oggi è patrimonio comune ed è presente in quasi tutti gli apparati riceventi/trasmittenti oggi in produzione

Nel Novembre 2012, Antti Palosaari hacker Linux scopre in maniera accidentale i segnali I e Q sulle chiavette USB del digitale terrestre DVB-T con a bordo uno specifico chip Realtek riuscendo poi ad impostare la frequenza radio che desiderava, da li a poco nacque così un gruppo di lavoro di radioamatori per la realizzazione del software rtl-sdr per la gestione del cambio di frequenza via web permettendo così la rapida diffusione di progetti atti a modificare normali chiavette DVB-T in economici ricevitori SDR.
Febbraio 2014, sempre Antti Palosaari annuncio’ che a breve il kernel Linux di mainline avrebbe supportato ufficialmente le sue API di controllo dei ricevitori DVB-T.

Maggio 2015 su rtl-sdr.com compare un articolo dedicato ad un nuovo software OpenWebRX, si tratta di un progetto web software universitario basato su codice python sviluppato da András Retzler (HA7ILM), questo software combinato assieme a rtlsdr permette di trasformare le chiavette DVT-T chip Realtek in ricevitori radio websdr . Nacque così il portale https://sdr.hu la prima rete di sdr ad utilizzare OpenWebRX dove tutti gli utenti possono esprimere il loro gradimento votando tramite click al tasto + a destra per ogni ricevitore sdr presente in lista. Questo ottimo servizio mette a disposizione moltissimi ricevitori sdr ubicati in tutto il mondo che vengono utilizzati per effettuare studi sulla propagazione delle onde radio ed altri test sia radioamatoriali che professionali.
Dal 29 Dicembre 2019, András ha deciso che non supporterà piu’ il suo progetto, continuerà a mantenere sdr.hi ma preferendo dedicare piu’ tempo ad altri progetti, il progetto OpenWebRX oggi continua ad essere in sviluppo sul fork di Jakob Ketterl (DD5JFK).
Siamo molto dispiaciuti per la sua decisione e vogliamo ringraziare András per tutto il lavoro che ha fatto per la comunità, senza di lui molti progetti oggi non sarebbero potuti nascere.

Alla fine di Marzo 2016 veniamo a conoscenza della esistenza di un nuovo progetto crowdfunding su kickstarter per un nuovo web SDR, basato su OpenWebRX modificato da John Seamons, ZL/KF6VO per funzionare con FPGA e una BeagleBone, http://www.kiwisdr.com/KiwiSDR/ dopo pochi giorni versiamo la quota per la partecipazione alla crowdfunding di KiwiSDR. La maggior parte degli altri SDR generano dati IQ non elaborati e per essere utilizzati devono essere collegati direttamente a un PC o laptop che esegue software installato specifico del sistema operativo. Il Kiwi è diverso dagli altri SDR. È un dispositivo autonomo che si collega alla rete ed è accessibile tramite Internet.
KiwiSDR è un moderno SDR(Software-Defined Radio) che copre bande HF sia ad onde corte che a onde lunghe,nello spettro 10 kHz…30 MHz ed è studiato per essere abbinato ad un mini computer, la BeagleBone questa è un computer a scheda singola (SBC) fornito con sistema operativo Debian Linux pre-installato e può essere usato come un computer autonomo o integrato in un sistema come in questo caso.
Per maggiori dettagli su KiwiSDR vi rimando all’articolo dedicato. http://i1cra.briata.org/kiwisdr/

Agosto 2018 una nuovo SDR sulle HF (3-30MHz)fa la sua comparsa, µBITX. E’ basato su raduino cioè Arduino Nano e Si5351

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *